mercoledì 26 ottobre 2016

ULTIM'ORA CLAMOROSO!!! IL NO DI MATTARELLA. COLPO DI GRAZIA PER RENZI. COSI' RENZI SCARICATO DAL QUIRINALE!

Ha duramente criticato chi critica l'Europa, Sergio Mattarella. A Trieste per le celebrazioni per il 62esimo anniversario del ritorno della città all'Italia, il presidente della Repubblica ha voluto sottolineare il successo dell'Ue, mandando così anche un messaggio al presidente del ConsiglioMatteo Renzi: "Troppe volte nella dialettica interna e internazionale l'Unione europea viene criticata, le sue regole trattate come esempio di una burocrazia complessa e a volte oppressiva". L'Europa, ha continuato Mattarella, viene vissuta "come un limite rispetto a un passato esclusivamente nazionale, come se questo fosse un'età dell'oro". Ma "questo giudizio non rispecchia le straordinarie conquiste di un modello che è unico al mondo".
Al progetto europeo, ha sottolineato ancora Mattarella, "è legata la possibilità di essere protagonisti in un mondo nel quale la globalizzazione ha reso vicini anche problemi che un tempo erano considerati lontani". Quindi, "dobbiamo sempre tenere a mente che i risultati raggiunti finora non devono mai considerarsi scontati. Ce lo ricorda la cronaca di questi mesi, segnata dalle insistenze con le quali, altrove, si continuano a mettere in discussione i valori fondamentali dell’Unione e non solo le sue scelte, evocando la costruzione di nuove barriere". Al contrario, "il progetto è di grande valore e va coltivato quotidianamente anche per rimuovere le imperfezioni, le contraddizioni, per migliorarlo sulla base di una critica anche severa, ma costruttiva. Ad altezza dei tempi e della storia». 
 FONTE : libero quotidiano

17 commenti:

  1. Ma!!..voi capite qualcosa???..se questo quà é un suddito di Napolitano e di Renzi!!..cioé questo personaggetto qua non conta niente!!...anzi conta meno di niente!!..

    RispondiElimina
  2. Ma che diavolo a detto ! TUTTE BELLE PAROLONE MA NELLA SOSTANZA NON HA ACCENNATO NESSUNO, MA SOLO DI ESSERE TUTTA UN UNIONE, MA DA EUROPEI, E NON A ACCENNATO IL SIG PRIMO MINISTRO SIG RENZI. LE SOLITE PAROLE DA PRESIDENTE, MA ALLA FINE SONO SEMPRE LE STESSE. MIZZICA PRESIDENTE?

    RispondiElimina
  3. Viste le stime di imparzialità vuole far vedere che redarguisce Renzi ma è solo una pantomima!

    RispondiElimina
  4. Io vorrei che il nostro presidente della republica, prendesse delle decisioni.........ma è da molto tempo che lo"vedo invisibile" c'è una grande rivolta contro Renzi la gente è stufa delle sue fontonie.... la gente è stufa di essere governato da un premier abusivo.......la gente è stufa di non arrivare a fine mese.......e i parlamentari che fanno? non si tagliano lo stipendio? hanno votato no al taglio......hahahah ma già lo sapevamo io vorrei un presidente più vicino alla gente e che prendesse a calci a chi sta mantando alla deriva il nostro paese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido pienamente, bravo

      Elimina
    2. E VERO SARNATARO MA SE TUTTI SIAMO UNITI NON ABIAMO BISOGNO DI MATARELLA RENZI ED ALTRI ESURPATORI DEL NOSTRO PAESE UNITI VINCIAMO O COL VOTO O RIBELLARSIL

      Elimina
    3. E un po quello che vogliamo tutti cominciamo col votare no!

      Elimina
  5. Presidente non è vero quello che ha detto .L'UE è stata la nostra rovina .Ci piacerebbe un presidente che stesse dalla parte dell'Italia e degli italiani !!!!!

    RispondiElimina
  6. Forse si riferiva a Renzi quando ha detto all fine "il proggetto è....per rimuovere le imperfezioni(Renzi),le contraddizioni(sicuramente riferendosi alla Boschi),per migliorarlo sulla base di una critica anche severa...... IODICONO

    RispondiElimina
  7. O meglio detto: imperfezioni(Boschi) e contraddizioni(Renzi)

    RispondiElimina
  8. non fatevi illusioni, sono dello stesso branco

    RispondiElimina
  9. NON HO CAPITO UN TUBO, DOV'E' IL NO A RENZI?

    RispondiElimina
  10. Ha detto che Renzi cavalca l'onda dell'astio degli italiani contro l'UE e che questa non deve essere criticata, ma migliorata nelle leggi. Per questo è vero.

    RispondiElimina
  11. Luciano De Crescenzo ha detto in un libro :i politici dovrebbero parlare il linguaggio comprensibile a tutti!!!! (Non resterebbero nemmeno un giorno al governo).....

    RispondiElimina
  12. PER COLPA DI QUESTI INDIVIDUI,SIAMO DIVENTATI UN PAESE CHE NON CONTA PIÙ' A NULLA,DIMENTICANDO Quella CHE è REALMENTE LA STORIA MILLENARIA DEL NOSTRO BELLISSIMO PAESE. SEMPLICEMENTE VENDUTI.

    RispondiElimina