martedì 28 febbraio 2017

UN EPICO DISCORSO CHE PORTA LE PAROLE DI UN POPOLO INTERO, LE PAROLE DI 20 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO VOTATO NO!! +++ QUESTO DISCORSO DELLA CORAGGIOSA SENATRICE Michela Montevecchi DEL MoVimento 5 Stelle CONTRO IL GOVERNO, ENTRERÀ' NELLA STORIA!!


UN EPICO DISCORSO CHE PORTA LE PAROLE DI UN POPOLO INTERO, LE PAROLE DI 20 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO VOTATO NO!!
+++ QUESTO DISCORSO DELLA CORAGGIOSA SENATRICE Michela Montevecchi DEL MoVimento 5 Stelle CONTRO IL GOVERNO, ENTRERÀ' NELLA STORIA!!
OGGI IL GOVERNO GENTILONI HA OTTENUTO 169 VOTI IN SENATO ED E' UFFICIALMENTE AL GOVERNO
Vi chiediamo di DIVULGARE QUESTO VIDEO OVUNQUE, SU FACEBOOK, FARLO VEDERE A AMICI E PARENTI!! DEVE RAGGIUNGERE MILIONI DI PERSONE LA NOSTRA INDIGNAZIONE!! PER FAVORE CONDIVIDETE
NO A QUESTO GOVERNO FOTOCOPIA!
Questo è il Governo Renzi bis. Un Governo già sfiduciato da 20 milioni di cittadini. Un Governo illegittimo, fallimentare ed incapace che continua a calpestare la volontà popolare. Il M5S sta con i cittadini e non con gli inciuci di palazzo.
Subito al voto per ridare sovranità al Popolo.

++ GRILLO UMILIA IL GIORNALISTA PROVOCATORE IN PUBBLICO++


++ GRILLO UMILIA IL GIORNALISTA PROVOCATORE IN PUBBLICO++
"Quando saremo al governo vi toglieremo i finanziamenti pubblici e non potrete più mentire ai cittadini!"
Basta stampa asservita ai partiti!! 
Condividiamo ovunque questo video dove Beppe Grillo SI SCAGLIA CONTRO LA MONETA UNICA E I TRATTATI EUROPEI, FISCAL COMPACT E PAREGGI DI BILANCIO CHE STANNO UCCIDENDO L'ECONOMIA ITALIANA!!
L'italia DEVE TORNARE A ESSERE UN PAESE SOVRANO
VOI CI SIETE? LOTTATE COL MoVimento 5 Stelle
MASSIMA DIFFUSIONE PER FAVORE!

+++ MASSIMA DIFFUSIONE +++ POLITICI CON TRE VITALIZI E PENSIONI DA 90MILA EURO AL MESE: CHI PAGA? I PRECARI!

La denuncia di Mario Giordano: "I vitalizi sono un problema del presente: abbiamo consiglieri regionali che il 1° Settembre 2016 sono andati in pensione a 56 anni con 5mila euro al mese dopo 8 anni in Regione. C'è chi cumula due, tre, quattro vitalizi e tutto questo, come le pensioni d'oro da 90mila euro, viene pagato dai PRECARI. Uno dei tre fondi attivi dell'Inps è quello dei precari, che non prenderanno mai la pensione, ma che stanno pagando oggi le pensioni d'oro". Diffondiamo questa vergogna!

ECCO I NOMI FATTI DA DI MAIO CHE DOVRANNO DECIDERE DI CANCELLARE I PRIVILEGI DELLA CASTA! GUARDATE E DIFFONDETE!


ECCO I NOMI FATTI DA DI MAIO CHE DOVRANNO DECIDERE DI CANCELLARE I PRIVILEGI DELLA CASTA! GUARDATE E DIFFONDETE!
MASSIMA DIFFUSIONE!
SEGUICI SU ONESTA 5 STELLE

VIRGINIA RAGGI INCONTRA I CITTADINI E ASCOLTA PER ORE LE LORO ESIGENZE: QUANTI SINDACI LO FANNO?

Fantastica Virginia Raggi: incontra i cittadini romani municipio per municipio e trascorre ore ad ascoltare le loro problematiche per poter intervenire al meglio. Altro che i politici che dopo il proprio comizio fuggono in auto blu: qui chiunque può intervenire e dire la propria. Quanti sindaci fanno lo stesso? Diffondiamo!

lunedì 27 febbraio 2017

TRAVAGLIO: "I CINQUE STELLE RESTANO IN TESTA AI SONDAGGI PERCHÉ NON RUBANO!" LORO SONO ONESTI!


Marco Travaglio dice una grande verità: "I Cinque Stelle hanno tanti difetti, ma non si sono ancora decisi a rubare: forse questo è il vero problema che inquieta tante persone e la ragione per cui continuano ad essere in cima ai sondaggi nonos
tante il linciaggio che subiscono quotidianamente da tutte le parti". Condividi se sei d'accordo!
Seguici su NOI SIAMO 5stelle

"VERGOGNA", cittadino protesta contro Mario Monti, viene allontanato a forza dalla polizia. DIFFONDETE il video!


"VERGOGNA", cittadino protesta contro Mario Monti, viene allontanato a forza dalla polizia. DIFFONDETE il video!
GUARDATE COSA E' SUCCESSO!
SEGUITECI SU: NOI SIAMO 5 STELLE

"PD MI CHIESE 25 MILA EURO PER IL SEGGIO IN PARLAMENTO". CONFESSIONE CHOC DELL'EX PIDDINO


Guardate e CONDIVIDETE tutti, vi prego!«Sei stato messo in lista in posto utile, perciò ci devi dare 25.000 euro». Ecco come il Pd vende i seggi in Parlamento: paghi, e ti candidano in modo da essere eletto. Volevate le prove? Ascoltate la testimonianza diretta di Mineo (ex Pd) e Bianconi (Forza Italia). In un Paese civile, davanti a un tale scandalo, scoppierebbe la rivoluzione. Facciamo il lavoro che i media non fanno: informazione. Diffondiamo il più possibile, questo video deve vederlo anche il cittadino più lontano. TUTTI DEVONO SAPERE!

+ + + SCOPPIA IL CAOS + + + Rai, da aprile tetto agli stipendi anche per gli artisti: tra i coinvolti anche Fazio, Clerici e Conti!

Massimo 240mila euro l'anno. Tra i coinvolti Fazio, Insinna, Clerici, Vespa, Giletti, Conti, Piero e Alberto Angela, Amadeus, Annunziata 

Dopo alcuni mesi di attesa di un parere chiarificatore da parte dell'azionista Tesoro, il cda Rai ha tagliato la testa al toro: a partire da aprile il tetto di 240mila euro agli stipendi, se non ci saranno interventi discordanti da parte dei ministeri competenti, sarà esteso anche agli artisti. 

Dopo manager e giornalisti dipendenti, dunque, anche le star della tv finiscono sotto la mannaia della riforma dell'editoria approvata lo scorso ottobre. Già a novembre il cda aveva proceduto con la delibera applicativa, escludendo solo le collaborazioni di natura artistica, che spesso viaggiano su cifre decisamente superiori al limite di legge. 

Sono una ventina i coinvolti, non solo conduttori. Tra questi i volti più noti della tv pubblica come Fabio Fazio, Claudio Insinna, Antonella Clerici, Bruno Vespa, Massimo Giletti, Carlo Conti, Piero e Alberto Angela, Amadeus, Lucia Annunziata. I loro compensi sono a volte superiori o vicini ai 500 mila euro annui. Molti tra i diretti interessati preferiscono prendere tempo prima di reagire. Parla, invece, l'ex presidente Rai Lucia Annunziata. "Non c'è problema, è una legge dello Stato, una decisione del cda Rai, io obbedisco - afferma -. Trovo anche giusto che il servizio pubblico offra un pagamento inferiore a quello che e' il mercato". Bruno Vespa si dice fiducioso: "Credo che il cda abbia voluto in qualche modo invitare il ministero dell'Economia a una decisione di buon senso, se si vuole che la Rai resti nel mercato. E poiché il ministro Padoan ha dato molte prove di essere una persona di grande buon senso, sono fiducioso che si troverà presto una soluzione". (ANSA

"Tangenti alla presidenza del consiglio".L'inchiesta choc de "Le Iene" ignorata da tutti. CONDIVIDI


Il programma tv "Le Iene", in onda su Italia 1 in prima serata, ha intervistato un anonimo che ha riferito di un giro di mazzette nella Presidenza del Consiglio. Lo scopo? Vincere gare di appalto. 

La persona, che vediamo incappucciata nel filmato, lavorava per un'azienda di forniture proprio per la Presidenza del Consiglio. L'uomo parla, senza troppi giri di parole, di "mazzette per vincere gare di appalto".

Lo show di Italia1 riferisce anche che il dipendente dispone di "prove scritte" per confermare tutte le accuse sulle varie mazzette.

La dichiarazione dell'anonimo: 
"Ho ricevuto minacce, ho paura. Un signore mi ha puntato un coltello alla gola, ho trovato fogli con intimidazioni. Sanno che io so e sanno che potrei raccontare".
Il finale del servizio è sconvolgente: l'uomo racconta di essere stato minacciato di recente e di aver deciso proprio per questo di raccontare la verità.

ASSURDO! CHI DIFENDE ANCORA I PRIVILEGI DI POCHI A SCAPITO DEL BENE DELLA COLLETTIVITÀ?


Stiamo chiedendo a gran voce di uniformare il sistema pensionistico applicato agli onorevoli deputati e senatori con quello che loro stessi hanno riservato ai comuni mortali che sono costretti a lavorare fino a 67 anni con un trattamento misero.
Chiediamo di abolire un privilegio che i parlamentari si sono autoriservati potendo andar in pensione anche a 60 anni se fa due legislature.
Questo è uno dei tanti privilegi che denunciano da anni.
I deputati per esempio beneficiano anche di una seconda assicurazione sanitaria pagata in questo caso direttamente dalla Camera dei Deputati.
Ascoltate queste parole vergognose.
Per la presidente della Camera sono privilegi intoccabili perché "prerogativa del parlamento".
Non abbiamo parole: vorremmo capire perché pagare per le punture d'insetto di un onorevole in vacanza.
DIVULGHIAMO OVUNQUE questo video per informare più persone possibili!

domenica 26 febbraio 2017

RENZI ATTACCA IL MOVIMENTO 5 STELLE IN DIRETTA, MA PAOLA TAVERNA LO DISTRUGGE! DA GUARDARE E DIFFONDERE ASSOLUTAMENTE!


RENZI ATTACCA IL MOVIMENTO 5 STELLE IN DIRETTA, MA PAOLA TAVERNA LO DISTRUGGE! DA GUARDARE E DIFFONDERE ASSOLUTAMENTE!
MASSIMA CONDIVISIONE!
SEGUICI SU NOTIZIE IN MOVIMENTO!

Guardate lo sfogo di quest'uomo di 65 anni con l'assessore alle Politiche Sociali di Milano Majorino: "Ipocrita, mi avete ignorato. Non posso andare in pensione, cosa devo fare per vivere?".


Guardate lo sfogo di quest'uomo di 65 anni con l'assessore alle Politiche Sociali di Milano Majorino: "Ipocrita, mi avete ignorato. Non posso andare in pensione, cosa devo fare per vivere?".
MASSIMA CONDIVISIONE!

I MAGISTRATI ROMANI INTERROGHERANNO IL GOVERNATORE DELLA PUGLIA E CANDIDATO ALLA SEGRETERIA PD EMILIANO SUL CASO CONSIP. VI CHIEDO DI DIFFONDERE QUESTE INFORMAZIONI!


I MAGISTRATI ROMANI INTERROGHERANNO IL GOVERNATORE DELLA PUGLIA E CANDIDATO ALLA SEGRETERIA PD EMILIANO SUL CASO CONSIP. VI CHIEDO DI DIFFONDERE QUESTE INFORMAZIONI!

SENZA VERGOGNA! Ascoltate cose dice Polo Cirino Pomicino sui vitalizi dei condannati, è allucinante! DIFFONDETE questa vergogna assoluta!


SENZA VERGOGNA!
Ascoltate cose dice Polo Cirino Pomicino sui vitalizi dei condannati, è allucinante! DIFFONDETE questa vergogna assoluta!
"SE CI TOGLIETE I VITALIZI È COME SE CI IMPALATE. È UN'AGGRESSIONE CONTRO DI NOI E LE NOSTRE FAMIGLIE"

sabato 25 febbraio 2017

Roma, un complotto per incastrare la Raggi? Ecco la sconvolgente scoperta della Procura

Spunta una terza polizza intestata a Virginia Raggi, del valore di 8mila euro, accesa il 26 gennaio dopo la convocazione della sindaca di Roma dai magistrati nell’indagine sulla nomina di Renato Marra a capo del dipartimento Turismo del Campidoglio. A dare notizia degli sviluppi dell’inchiesta sono Repubblica e il Corriere della Sera che riferiscono anche che una cassetta di sicurezza intestata a Salvatore Romeo fu svuotata il 19 dicembre 2016, poco dopo l’arresto di Marra con l’accusa di corruzione.
Sulla terza polizza, che appare difficile da spiegare, il Corriere della Sera parla del “sospetto di manovre per incastrare” la sindaca. Come ricorda Fiorenza Sarzanini sul quotidiano, Romeo “nel gennaio 2016, sei mesi prima che Raggi fosse eletta, aveva stipulato altre due polizze: una da 30mila euro, una da 3mila, entrambe intestate a lei. Quando la sindaca si presenta davanti ai pm, la polizia ha rintracciato soltanto le prime due. Le vengono mostrate e lei giura di non saperne
nulla, dice di essere “sconvolta”. Si scopre poi che “Romeo ha aperto una nuova polizza poco dopo la notizia dell’inchiesta su Raggi. Quanto basta per ipotizzare che sia una manovra per metterla in difficoltà, anche perché “era stato proprio lui dopo la scoperta dei primi due contratti” a chiedere “pubblicamente scusa”.
Dubbi sollevati anche da Repubblica, che sottolinea un “tempismo apparentemente irragionevole, al limite dell’autolesionismo”. Le domande dei pm a Romeo l’8 febbraio scorso erano incentrate proprio su questo, per capire perché “era stata accesa quella terza polizza in un momento in cui l’indagine della Procura aveva acceso un faro sulle precedenti due e la Raggi si preparava per giunta ad affrontare il suo interrogatorio? Per metterla in difficoltà? Per alzare una cortina di fumo?”. Altro particolare su cui il quotidiano si focalizza è la cassetta di sicurezza, “aperta e svuotata del suo contenuto la mattina del 19 dicembre 2016, un lunedì, primo giorno utile di apertura della banca dopo una data che in questa storia conta. Il 16 dicembre, un venerdì, quando Raffaele Marra, che di Romeo è il fratello siamese in questa storia, viene arrestato per corruzione per la compravendita di favore di un appartamento del costruttore Scarpellini“.
FONTE: http://livinglanzarote.es/roma-un-complotto-per-incastrare-la-raggi-ecco-la-sconvolgente-scoperta-della-procura/

ULTIM'ORA BOMBA ! GLI ITALIANI IN RIVOLTA! IL PD E' IL PARTITO DEI SCAPPATI DI CASA!!

Loro litigano su quando fare il congresso, su quando fare le primarie, sul doppio incarico segretario Pd-premier. Discutono, anche, per giorni, su come si debba chiamare il nuovo partito di scappati di casa della sinistra Pd. Ma agli italiani frega di tutt'altro. Lo dice un sondaggio realizzato da Eumetra e illustrato sul quotidiano Il Giornale.
Al primo posto, nei pensieri di chi è governato da quella gente lì c'è l'occupazione: per il 64% degli italiani dovrebbe essere la priorità del governo. Per il 37% degli intervistati il tema più importante è la sanità, per il 36 % l'immigrazione e per il 24% il peso eccessivo di fisco e tasse. Seguono le politiche sociali (18%), la sicurezza, i costi della politica e la giustizia (17%), lo sviluppo economico (14%), la scuola (10%), la lotta alla corruzione (9%). La riforma elettorale, tema sicuramente caro ai nostri politici, è una priorità solo per il 6% degli intervistati, davanti all'ambiente (5%), alla situazione delle banche e alle riforme istituzionali (4%), alla politica estera(3%), alla semplificazione amministrativa (2%).


FONTE : LIBEROQUOTIDIANO.IT

venerdì 24 febbraio 2017

ECCO LE PROMESSE NELLA FONDAZIONE DEL PD NEL 2008... DOPO 10 ANNI ECCO A VOI I RISULTATI


QUESTA È L'ITALIA CHE AVETE CREATO VOI
SE PER TE IL PD DEVE SPARIRE, CONDIVIDI QUESTO VIDEO!
DIFFONDIAMO TUTTI QUESTA VERGOGNA!

+ + + PANICO IN STUDIO + + + INVECE DI ATTACCARE IL M5S, PARLATE DELLA MERDA DEI PARTITI! MA IN QUALE CAZZO DI PAESE VIVETE?

Brutte notizie per l’Italia sul fronte della libertà di stampa. Nell’annuale classifica di Reporters sans Frontieres il nostro Paese perde quattro posizioni, scendendo dal 73° posto del 2015 al 77° (su un totale di 180 Paesi) del 2016. L’Italia è il fanalino di coda dell’Ue (che è comunque l’area in cui c’è maggiore tutela dei giornalisti), seguita soltanto da Cipro, Grecia e Bulgaria.

Classifica: ecco le prime 10 posizioni (Fonte: rsf.org)


GIORNALISTI NEL MIRINO
Fra i motivi che - secondo l’organizzazione con base in Francia - pesano sul peggioramento, il fatto che «fra i 30 e i 50 giornalisti» sarebbero sotto protezione della polizia per minacce di morte o intimidazioni. Nel rapporto vengono citati anche «procedimenti giudiziari» per i giornalisti che hanno scritto sullo scandalo Vatileaks. I giornalisti in maggiore difficoltà in Italia, dunque, sono quelli che fanno inchieste su corruzione e crimine organizzato

DIETRO BENIN E BURKINA FASO
Per farsi un’idea dell’allarmante situazione italiana basta dare un’occhiata alla classifica: ci precedono Paesi come Tonga, Burkina Faso e Botswana.

CANCELLIAMO LE 250MILA PENSIONI D'ORO E RISPARMIAMO 2 MILIARDI DI EURO


Ascoltate la semplice proposta di Mario Giordano: cancellare le pensioni d'oro (a cominciare da quella dell'ex manager Mauro Sentinelli, che percepisce 90 MILA EURO AL MESE), basarle sui contributi e risparmiare da subito 2 MILIARDI DI EURO. Condividi se sei d'accordo!

+++ MASSIMA DIFFUSIONE +++ PERCHÈ AVETE CONDONATO 94 MILIARDI ALLE SLOT? PANICO IN DIRETTA SU LA7, GUARDATE LA REAZIONE DEGLI OSPITI IN STUDIO E CONDIVIDIAMO QUESTO VIDEO OVUNQUE PER RINFRESCARE LA MEMORIA DEGLI ITALIANI!

+++ MASSIMA DIFFUSIONE +++
PERCHÈ AVETE CONDONATO 94 MILIARDI ALLE SLOT?
PANICO IN DIRETTA SU LA7, GUARDATE LA REAZIONE DEGLI OSPITI IN STUDIO E CONDIVIDIAMO QUESTO VIDEO OVUNQUE PER RINFRESCARE LA MEMORIA DEGLI ITALIANI!

+ + + ELEZIONI SUBITO + + + ORA BASTA VOGLIAMO IL MOVIMENTO 5 STELLE AL GOVERNO! ASCOLTATE LE PAROLE DI BEPPE GRILLO E DIFFONDETE OVUNQUE!


“Nei Paesi civili alle elezioni si va a scadenza naturale e a noi manca ancora un anno. In Italia c’è stato un abuso del ricorso alle elezioni anticipate”. Così l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano commenta l’ipotesi di un voto anticipato, conversando con i cronisti al Senato. “Bisognerebbe andare a votare o alla scadenza naturale della legislatura, o quando mancano le condizioni per continuare ad andare avanti. Per togliere le fiducia ad un Governo, deve accadere qualcosa. Non si fa certo per il calcolo tattico di qualcuno”.
Alle parole dell’ex capo dello Stato replica duramente Matteo Salvini, che su Twitter scrive: “Nei Paesi civili chi tradisce il proprio Popolo viene processato, non viene mantenuto a vita”. E sempre su Twitter arriva anche la critica del deputato M5S Alessandro Di Battista. “In un Paese civile non ci sarebbe il quarto governo, di fatto, non passato per le elezioni”. (LaPresse)

Marco Travaglio - "Boschi l'Etrusca" Maria Elena Boschi! Umiliata e distrutta!


Marco Travaglio  -  "Boschi l'Etrusca" Maria Elena Boschi! Umiliata e distrutta!
Guardate cosa e' successo in diretta !
grande travaglio!
seguici su noi siamo 5 stelle



ULTIM'ORA VERGOGNOSA! Sicilia, fondi Ue pure ai morti Ecco tutte le spese pazze! Per favore diffondiamo tutti questa vergogna!

Prosegue con regolarità il crollo politico ed economico della Sicilia: buchi nelle partecipate e fondi europei anche ai defunti.
certificare una situazione ormai a rischio è la Corte dei Conti che sottolinea come sull'Isola ci sia un boom di frodi e di corruzione. "Il fenomeno corruttivo - spiega Giuseppe Aloisio, procuratore generale della Corte dei Conti - conferma un dato allarmante di crescita delle ipotesi d’illecita percezione di contributi pubblici, con conseguente dispersione d’ingenti risorse finanziarie" e un sostanziale colpo alle possibilità di sviluppo. "La mancata previsione di un sistema rigoroso di controllo sulla sussistenza dei presupposti per chiedere e ottenere il sostegno economico pubblico all’iniziativa imprenditoriale privata ha sinora favorito e accresciuto la persistenza di tali forme d’illegalità". Infatti, tra le "fattispecie di reato contro le finanze pubbliche sono assolutamente prevalenti l’indebita percezione di erogazione a danno dello Stato e la truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Con una pubblica amministrazione incapace di adeguate misure di tutela e reazione in un ambito nel quale la fenomenologia criminosa assume spesso un ruolo determinante, soprattutto nelle frodi agricole, tenuto conto del grande apporto economico dell’Unione europea".

Insomma una relazione durissima quella dei magistrati contabili. Di fatto a pesare sulla situazione dell'Isola ci sono anche i buchi neri delle partecipate e la cattiva sanità: "Nel 2016 la procura contabile ha avviato 13 istruttorie sulle irregolarità gestionali riscontrate in società a partecipazione pubblica della Regione e degli enti locali. È emerso che le risorse pubbliche risultano impiegate per il reclutamento di personale in violazione dei divieti di assunzione e di ogni obbligo di evidenza pubblica". "Incidono pesantemente - ha aggiunto il procuratore - i contenziosi instaurati dai terzi nei confronti delle società e i costi per consulenze e incarichi conferiti dagli amministratori di queste società. Un caso emblematico costituisce la Sicilia Immobiliare Spa dove le consulenze hanno superato fino a 12 volte l’ importo delle retribuzioni dei dipendenti". Ombre pure sull’assegnazione dei contributi comunitari alle aziende private in Sicilia. "Si verificano casi di comunitari assegnati in maniera strana. Qualcosa che non funziona nel sistema c’è", ha affermato la presidente della Sezione giurisdizionale Luciana Savagnone. Per Savagnone "è vasto il fenomeno dei proprietari che dichiarano terreni di persone che invece risultano defunte. Non c’è un monitoraggio, un controllo, occorre coinvolgere nei giudizi di responsabilità non solo gli enti concessori, ma i soggetti intermedi che sono quelli che sbrigano le pratiche. Questo vale sia per i contributi agricoli che per i Por, dove le banche fanno da intermediari. Le banche dovrebbero a ogni tranche di contributo erogato controllare su quello che si è fatto con la prima rata. È indispensabile agire su questo fronte, ma l’amministrazione è inerte".

FONTE: http://www.ilgiornale.it/news/politica/sicilia-fondi-ue-pure-ai-morti-ecco-tutte-spese-pazze-1368319.html

ULTIM'ORA CLAMOROSO! VIRGINIA RAGGI IN OSPEDALE !Raggi in ospedale per accertamenti dopo lieve malore. Annullati impegni della mattinata

La sindaca di Roma Virginia Raggi si trova in ospedale dalle 9 di questa mattina per alcuni accertamenti in seguito a un malore. avvertito mentre era a casa. La prima cittadina si trova ora al San Filippo Neri e si sta sottoponendo a verifiche mediche. Questa mattina doveva partecipare a una conferenza stampa in Campidoglio ma ha annullato la sua partecipazione. Oggi pomeriggio alle 16 è previsto l’incontro in Campidoglio tra Comune, costruttori e As Roma sul progetto dello stadio a Tor di Valle, dossier che la sindaca sta seguendo in prima persona, e non è ancora stato reso noto se potrà partecipare.

La sindaca in ogni caso non è stata mai presente agli ultimi incontri con il club: il Campidoglio è stato rappresentato dal vice sindaco Luca Bergamo, dal presidente d’Aula Marcello De Vito e dal capogruppo M5S Paolo Ferrara.
Scrivo qui per le persone che mi chiedono di Virginia. Sta bene, sta facendo accertamenti ma sta bene. Grazie a tutti per il vostro affetto”, ha scritto su Facebook il marito della Raggi, Andrea Severini.

giovedì 23 febbraio 2017

+ + + CLAMOROSA NOTIZIA BOMBA + + + arrestato! E' coinvolto nello scandalo di Banca Etruria

Aveva già subito una perquisizione con l'accusa di bancarotta fraudolenta, poi sono scattate le manette. Il gup della Procura di Arezzo ha disposto l'arresto di Valeriano Mureddu, collaboratore stretto di Pier Luigi Boschi, indagato per reati economici sul caso di Banca Etruria dalla Procura, scortato dalla Guardia di finanza fino al carcere di San Benedetto. 

Il fallimento della Geovision
A portare all'arresto di Valeriano Mureddu è stato il fallimento della Geovision, azienda di imballaggi dell'Aretino interessata da passaggi di denaro sospetti, evasione di Iva e distrazioni patrimoniali che hanno configurato il reato di bancarotta fraudolenta. Il magistrato ha disposto che Mureddu fosse arrestato di fronte alla possibilità dell'inquinamento delle prove e della reiterazione del reato. Interdetto Emiliano Casciere, figlio dell'ex legale di Mureddu e titolare della Geovision. 

Il legame con Boschi e Carboni
Mureddu era già salito alla ribalta per aver rivelato di essere un accompagnatore e collaboratore di Pierluigi Boschi, padre di Maria Elena, sottosegretario di stato alla Presidenza del Consiglio, quando questi doveva trovare il nuovo direttore generale di Banca Etruria, il cui crack economico ha poi travolto molti piccoli investitori. Assieme a Boschi padre, in queste missioni si muovevano Mureddu e Flavio Carboni, il faccendiere noto per i suoi rapporti con la P2 di Licio Gelli, la Banda della Magliana e la mafia corleonese del boss Pippo Calò. 

23 febbraio 2017


Fonte: http://notizie.tiscali.it/cronaca/articoli/arresto-mureddu-collaboratore-boschi/

+++ MASSIMA DIFFUSIONE +++ FICARRA E PICONE MASSACRANO RENZI E IL PD: "POLTRONE, APPALTI E BANCHE VI RIMETTONO TUTTI D'ACCORDO"


In Italia servono i comici per raccontare la verità. Ecco come Ficarra e Picone fanno a pezzi Renzi e il Partito Democratico: "Fassino propone di trovare spazi per ricomporre la lite nel PD: è impossibile che non ci sia una poltrona, un appalto, una banca che vi rimetta d’accordo. Emiliano ha detto che Renzi è inventato un congresso con rito abbreviato: strano, di solito quella è gente che aspetta la prescrizione. Pare che in America Renzi abbia cercato di avere un colloquio con Trump, ma che quest’ultimo si sia rifiutato: o Trump non sa chi è Renzi, oppure lo sa fin troppo bene”. Diffondiamo a tutto spiano!

L'APPELLO DI BEPPE GRILLO: "DATECI LA POSSIBILITÀ DI GOVERNARE QUESTO PAESE" - CONDIVIDI IL VIDEO OVUNQUE!!



L'APPELLO DI BEPPE GRILLO: "DATECI LA POSSIBILITÀ DI GOVERNARE QUESTO PAESE" - CONDIVIDI

+++STREPITOSO+++ GRANDISSIMO LUIGI DI MAIO !! " DIMEZZIAMO GLI STIPENDI DEI PARLAMENTARI" GUARDA IL VIDEO E DIFFONDI!




Luigi Di Maio: "Questa è la nostra legge che dimezza lo stipendio ai parlamentari della Repubblica: per approvarla ci vogliono due ore di lavoro alla Camera e due al Senato. Inizi il martedì, la domenica è già legge e risparmi 90 milioni di euro, facendo guadagnare a tutti i parlamentari 3000 euro netti al mese invece di 10000 lordi. I portavoce del M5S si tagliano già lo stipendio e abbiamo restituito al popolo italiano 80 milioni di euro". Condividi se sei d'accordo!

SENZA VERGOGNA Il delirio del renziano Andrea Romano (PD): "C'è stato un assalto squadrista alla sede del Partito Democratico e Virginia Raggi ha aizzato quella gente lì, ha soffiato sul fuoco della protesta".



SENZA VERGOGNA
Il delirio del renziano Andrea Romano (PD): "C'è stato un assalto squadrista alla sede del Partito Democratico e Virginia Raggi ha aizzato quella gente lì, ha soffiato sul fuoco della protesta".. A voi i commenti!

mercoledì 22 febbraio 2017

QUESTE PAROLE DI Beppe Grillo DEVONO SENTIRLE TUTTI!!! SOLO UN MINUTO: VI CHIEDIAMO LA MASSIMA DIFFUSIONE


QUESTE PAROLE DI Beppe Grillo DEVONO SENTIRLE TUTTI!!! SOLO UN MINUTO: VI CHIEDIAMO LA MASSIMA DIFFUSIONE
SEGUITECI SU NOI SIAMO 5 stelle

UNA MONTAGNA DI SOLDI IN LUSSEMBURGO E ISRAELE: ECCO IL “TESORO” DI MATTEO RENZI, REGALATO IN QUESTI ANNI DAI SUOI “PADRONI”

 Il premier Matteo Renzi oggi salirà al Colle per confrontarsi con il Capo dello Stato sulle nomine dei vertici militari. La partita delle nomine è fondamentale, per sbloccare la casella a cui tiene di più, quella dell’intelligence informatica, di Marco Carrai. Ma chi c’è dietro Carrai? Quali sono i suoi soci? E soprattutto: perché Renzi non può rinunciare alla sua nomina? La risposta è proprio nella rete di rapporti, soldi e uomini, legati a doppio filo con Carrai. Una rete che il Fatto Quotidiano è in grado di rivelare. Grandi imprenditori delle infrastrutture pubbliche, consiglieri di Finmeccanica, capi di importanti gruppi bancari, ex agenti dei servizi segreti israeliani, uomini legati ai colossi del tabacco. Oltre al solito fedelissimo renziano Davide Serra, finanziere trapiantato a Londra e creatore del fondo Algebris. Persino un commercialista accusato di riciclaggio. Una rete che si snoda intorno a Carrai proprio dal 2012: negli stessi giorni in cui Renzi avvia la scalata al Pd e poi al governo. Una rete che arriva sino a oggi, alla Cys4, la società di Carrai per la cybersicurezza. La stessa società a cui il governo si è aggrappato per giustificare le competenze di “Marchino”, come lo chiamano gli amici, per guidare il comparto dell’intelligence. 


Persino il ministroMaria Elena Boschi ne ha dovuto rispondere in aula. Eppure, è proprio la presenza sul mercato della Cys4 a rendere Carrai un uomo in pieno conflitto di interessi. Quell’estate calda in Lussemburgo. Torniamo quindi al giugno 2012. Renzi annuncia la sua candidatura alle primarie contro Pier Luigi Bersani. Due mesi dopo Carrai vola in Lussemburgo. È il primo agosto. Il Richelieu del premier crea una società, la Wadi Ventures management capital sarl, con poche migliaia di euro e un pugno di soci. C’è la Jonathan Pacifici & Partners Ltd, società israeliana del lobbista Jonathan Pacifici, magnate delle start up che dalla “silicon valley” di Tel Aviv stanno conquistando il mondo. A Carrai e Pacifici si uniscono la società Sdb Srl di e i manager e . I cinque della Wadi Sarl sono gli stessi che oggi controllano il 33 per cento della Cys4, la società di intelligence di Carrai. Un dato che in questa storia non bisogna mai dimenticare. Ma perché Carrai crea in Lussemburgo la Wadi sarl? La risposta arriva dalle visure camerali lussemburghesi. Fine principale: sottoscrivere e acquisire le , omonima e sempre lussemburghese, che in quel momento ancora non esiste: . Nasce nel novembre 2012. Renzi è in piena campagna elettorale. 


Il 27 novembre l’amico Serra, già finanziatore della Fondazione Big Bang di Renzi, versa i primi 50 mila euro nella Wadi Sca. E nelle stesse settimane Carrai, in Italia, pone le basi della futura Cys4. A Carrai e Pacifici si uniscono la società Sdb Srl di Vittorio Giaroli e i manager Renato Attanasio Sica eGianpaolo Moscati. I cinque della Wadi Sarl sono gli stessi che oggi controllano il 33 per cento della Cys4, la società di intelligence di Carrai. Un dato che in questa storia non bisogna mai dimenticare. Ma perché Carrai crea in Lussemburgo la Wadi sarl? La risposta arriva dalle visure camerali lussemburghesi. Fine principale: sottoscrivere e acquisire le partecipazioni di un’altra società, omonima e sempre lussemburghese, che in quel momento ancora non esiste: Wadi Ventures Sca. Nasce nel novembre 2012. Renzi è in piena campagna elettorale. Il 27 novembre l’amico Serra, già finanziatore della Fondazione Big Bang di Renzi, versa i primi 50 mila euro nella Wadi Sca. E nelle stesse settimane Carrai, in Italia, pone le basi della futura Cys4. Il 26 ottobre “Marchino” crea l’embrione della sua futura creatura, quella dedita alla cybersecurity, e che vede Renzi, proprio oggi, impegnato ad affidargli il settore informatico della nostra intelligence. La ramificazione israeliana. L’embrione della Cys4 si chiama Cambridge management consulting labs. È una società di consulenza aziendale, iscritta alla Camera di commercio il 6 novembre, un mese prima delle primarie. 


I soci della Cambridge? Gli stessi della Wadi Sarl lussemburghese. Che così controllano anche la cassaforte Wadi Sca. Nella quale, dopo Serra, entra la Fb group Srl, di Marco Bernabé, già socio della Cambridge. Stessi uomini, società diverse, che dal Lussemburgo portano anche in Israele. Bernabè è socio di un’altra Wadi Ventures, con sede a Tel Aviv, al 10 di Hanechoshet street. È la stessa sede israeliana dell’italianissima Cambridge. Il 2 dicembre Renzi perde le primarie. Le società lussemburghesi legate a Carrai conquistano invece nuovi soci. Non dimentichiamo la squadra: gli uomini della Cambridge, sono gli stessi della Wadi sarl, che controlla la Wadi Sca. E in pochi mesi arriva un altro milione. Con quali soci? A marzo 2013, nel capitale sociale, entra la Equity Liner con 100 mila euro, creata nel 2006 da tre società (Global Trust, Finstar Holding srl, Regent Sourcing Ltd) rappresentate da AnnalisaCiampoli. La Finstar Holding, è del commercialista e faccendiere romano Bruno Capone. La signora Ciampoli, pur non essendo indagata, è definita, in alcuni atti d’indagine – quelli su un’associazione per delinquere dedita al riciclaggio transnazionale – la collaboratrice di Capone. 


Capone, invece, è indagato dalla Procura di Roma per riciclaggio in relazione a ingenti trasferimenti di denaro in Lussemburgo che non riguardano la Wadi. Nel marzo 2012, dunque, il nuovo socio del gruppo di Carrai è un presunto riciclatore, tuttora indagato. Sei mesi dopo, la Equity Liner riconducibile a Capone, viene venduta a un’altra società, la Facility Partners Sa. E Renzi torna a candidarsi per le primarie. Signori del tabacco e delle banche. In quei mesi, la lobby del tabacco è impegnata nella battaglia sulle accise. Il collegato alla Legge di stabilità prevede un aumento di 40 centesimi sui pacchetti più economici. L’operazione però salta. Renzi in quel momento non è ancora al governo. Ma è in corsa per le primarie, stavolta può vincere. Il presidente della Manifattura italiana tabacco, in quel momento, si chiama Francesco Valli. È lo stesso Valli che, fino al 2012, è stato a capo della British American Tobacco Italy. Non è di certo un uomo legato al Pd. Anzi. Presiede per tre anni, dal 2009 al 2012, la Fondazione Magna Charta creata dal senatore allora Pdl Gaetano Quagliarello. È lui il prossimo uomo ad aprire il portafogli. È il nuovo socio della Wadi Sca e del gruppo Carrai. Che la lobby della nicotina avesse finanziato Renzi, attraverso la fondazione Open, diventa noto nel luglio 2014, quando la British American Tobacco versa 100mila euro. Il Fatto può rivelare che l’interesse della lobby risale a un anno prima: tra aprile e settembre, Valli versa 150 mila euro alla Wadi Sca, diventando anch’egli socio di Carrai e Serra. Valli, contattato dal Fatto, ha preferito non commentare. - FONTE http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/21/carrai-la-rete-occulta-dello-007-di-renzi-tra-soldi-allestero-e-faccendieri/2566729/

++ QUESTO E' IL NUOVO MINISTRO DEGLI ESTERI+++ UNA PADRONANZA DELLE LINGUE VERAMENTE DA ANALFABETA!


++ QUESTO E' IL NUOVO MINISTRO DEGLI ESTERI+++
UNA PADRONANZA DELLE LINGUE VERAMENTE DA ANALFABETA!
ANGELINO ALFANO E' VERAMENTE UNA PERSONA INDEGNA!!
+++VI CHIEDIAMO DI SPUTTANARLO!! MIGLIAIA DI CONDIVISIONI, PER FAVORE
Ecco GLI ACCORDI POLITICI sulla pelle dei cittadini CHE PORTANO AD AVERE AL GOVERNO, in ruoli chiave FIGURE IMPROBABILI CON 1.3% DEI CONSENSI!! ECCO LA MERITOCRAZIA IN ITALIA, con migliaia di nostri RAGAZZI PREPARATI IN LINGUE COSTRETTI ALLA DISOCCUPAZIONE
ECCO L'INGLESE DI ALFANO,SEMPICEMENTE IMBARAZZANTE 
"THE "UAIND("the wind", il vento)
SEGUI NOI SIAMO 5 stelle

++ MASSIMA DIFFUSIONE PER FAVORE!!! Luigi Di Maio VI SPIEGA COME ABOLIRE I VITALIZI E LE PENSIONI D'ORO IN 5 MINUTI!!

DIFFUSIONE PER FAVORE!!!
Luigi Di Maio VI SPIEGA COME ABOLIRE I VITALIZI E LE PENSIONI D'ORO IN 5 MINUTI!! Questo nuovo governo di fantocci, schiavo "dei diritti acquisiti" e dei PRIVILEGI MAI LO FARA'!
QUESTO E' UNO DEI PUNTI PRINCIPALI DI GIUSTIZIA SOCIALE DEL MoVimento 5 Stelle.
Solo eliminando le pensioni d'oro, è possibile dare 500 euro in più ad ogni pensionato in Italia, figuriamoci il resto. PER ABOLIRE I VITALIZI BASTANO 5 MINUTI! Dicono che sono diritti acquisiti, ma quando hanno modificato le pensioni con la legge Fornero, quelli non erano diritti acquisiti? Solo un Governo 5 Stelle può combattere la povertà ad iniziare dal reddito di cittadinanza! Al #VotoSubito!

LA TESTIMONIANZA: "ROMA CON VIRGINIA RAGGI STA RIPARTENDO, QUI NON PULIVANO DA 25 ANNI"


"Gli addetti dell'Ama sono all'opera per ripulire la strada dal fogliame e dalla spazzatura. Non succedeva da 25 anni, l'amministrazione sta ascoltando le segnalazioni dei cittadini. Oggi c'è stato il mercato e il piazzale è perfettamente pulito". In una città in cui, fino a qualche mese fa, non si provvedeva nemmeno all'essenziale, anche questi cambiamenti sono importanti. Diffondiamo!

Seguici su NOI SIAMO
5 stelle

TASSISTI E AMBULANTI ASSEDIANO LA SEDE DEL PD A ROMA PER OPPORSI ALLA SCHIFOSA LEGGE PROPOSTA DAL PARTITO DEMOCRATICO!! DIFFONDETE, LA GENTE E' STANCA, LA MISURA E' COLMA!!!

Scontri e tensione davanti alla sede del Pd con alcuni ambulanti che volevano entrare nella sede in via del Nazareno. Lo riporta Il Messaggero, che scrive: “Il gruppo di manifestanti era partito poco prima ad palazzo Chigi senza alcuna scorta di polizia. Caos e tensione anche a largo Chigi. Via del Corso e via del Titone  bloccate dalla manifestazione non autorizzata di centinaia di tassisti arrivati da tutta Italia, cui si sono aggiunti gli ambulanti in piazza contro la direttiva Bolkestein”.
«Le forze di Polizia hanno dovuto reagire ad un attacco premeditato da parte di un gruppo di facinorosi – ha spiegato in una nota la questura – che infiltratisi tra i manifestanti, hanno effettuato un lancio di oggetti. Il tentativo è stato respinto da un calibrato intervento dei raparti impiegati».
Fermato un pullman a due piani di turisti – scrive sempre Il Messaggero. Lancio di uova e insulti contro gli Ncc. Esplosione di petardi. È questa la situazione a Roma, vicino al Parlamento in attesa dell’incontro di oggi tra sindacati dei tassisti e ministro Graziano Delrio. I reparti mobili sono schierati davanti a Palazzo Chigi.
Stupore e paura tra i turisti che si trovano intrappolati nella manifestazione. Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, anche se si tratta di una manifestazione autorizzata e malgrado il lancio di uova contro gli Ncc si è schierata con i tassisti.
Alcuni manifestanti, intanto, stanno dirigendosi verso il ministero dei Trasporti.
“Siamo al fianco dei tassisti che sono arrivati a Roma da tutta Italia per dire ‘no’ alle solite riforme calate dall’alto”, scrive in una nota la sindaca Raggi. “L’emendamento Lanzillotta-Cociancich al decreto Milleproroghe causerebbe effetti negativi sul trasporto pubblico non di linea perché porterebbe a una vera e propria liberalizzazione degli Ncc, i noleggi con conducenti, che non sarebbero più vincolati al rispetto della territorialità”. “Un’eventuale riforma del settore – osserva la sindaca – deve essere fatta coinvolgendo le associazioni di categoria e le amministrazioni locali per un dialogo costruttivo”. “Da giorni nella nostra città non si vedono circolare taxi – conclude Raggi – La protesta sta privando tutti noi cittadini di un servizio fondamentale e importantissimo per i trasporti della Capitale. Voglio per questo lanciare un appello anche ai tassisti affinché il servizio torni al più presto alla normalità”.
Fonte: Il Messaggero
http://www.direttanews24.com/taxi-sesto-giorno-piazza-tensione-la-sede-pd/

martedì 21 febbraio 2017

UN STREPITOSO TRAVAGLIO DIPINGE LA RAGGI COME AL CAPONE E NON DICE UNA PAROLA SUL CASO LOTTI


L’Aula Giulio Cesare, presieduta da Marcello De Vito, ha approvato con 29 voti favorevoli e 15 contrari il bilancio di previsione 2017-2019 di Roma Capitale. La votazione si è conclusa al termine di una lunga maratona consiliare. Presenti anche la sindaca di Roma Virginia Raggi e diversi assessori che, al termine del voto, insieme ai consiglieri di maggioranza hanno applaudito in Aula. La manovra vale 5.383.229.945,78 euro. Nel triennio il piano investimenti è di 577.741.950,99 euro, di cui ben 430 milioni saranno dedicati ai trasporti e alla mobilità sostenibile. (ANSA)

+++L'ONESTA' ADRA' DI MODA+++ GUARDATE COSA E' SUCCESSO! MASSIMA CONDIVISIONE


Si spartivano i bandi di gara per milioni di euro messi a disposizione dall’Ente per lo Sviluppo dell'Irrigazione e la Trasformazione Fondiaria in Puglia, Lucania ed Irpinia, ente pubblico non economico vigilato dal ministero delle Politiche Agricole e Forestali.

VIRGINIA RAGGI: NOI SIAMO CON I CITTADINI! “Siamo al fianco dei tassisti che sono arrivati a Roma da tutta Italia per dire ‘no’ alle solite riforme calate dall’alto”


Le parole di Virginia Raggi – “Siamo al fianco dei tassisti che sono arrivati a Roma da tutta Italia per dire ‘no’ alle solite riforme calate dall’alto”, scrive in una nota la sindaca Raggi. “L’emendamento Lanzillotta-Cociancich al decreto Milleproroghe causerebbe effetti negativi sul trasporto pubblico non di linea perché porterebbe a una vera e propria liberalizzazione degli Ncc, i noleggi con conducenti, che non sarebbero più vincolati al rispetto della territorialità”. “Un’eventuale riforma del settore – osserva la sindaca – deve essere fatta coinvolgendo le associazioni di categoria e le amministrazioni locali per un dialogo costruttivo”. “Da giorni nella nostra città non si vedono circolare taxi – conclude Raggi -. La protesta sta privando tutti noi cittadini di un servizio fondamentale e importantissimo per i trasporti della Capitale. Voglio per questo lanciare un appello anche ai tassisti affinché il servizio torni al più presto alla normalità”. Ma quello di Virginia Raggi per il Codacons è un “comportamento abnorme”, perché con queste parole il sindaco “‘dichiara guerra’ ai cittadini e, schierandosi con i tassisti, sembrerebbe avallare lo sciopero illegale messo in atto da 6 giorni dai conducenti dei taxi”. E l’associazione chiede alla Procura di Roma di aprire un’indagine.