domenica 30 aprile 2017

+ + + ULTIM'ORA BOMBA + + + ABBIAMO TRADOTTO IN ITALIANO LE PAROLE VERGOGNOSE DELLA BOLDRINI! ECCO GUARDATE E DIFFONDETE!

di MoVimento 5 Stelle
Oggi i portavoce del MoVimento 5 Stelle hanno protestato contro la decisione degli onorevoli di mantenersi una pensione da privilegiati che maturano dopo appena 4 anni e sei mesi, mentre un normale cittadino deve lavorare più di 40 anni. La presidente Laura Boldrini anziché chiedere scusa in ginocchio per questo ennesimo sorpruso, dopo il salvataggio di Lotti e Minzolini, ha fatto un comunicato usando la neolingua dei partiti dove la verità è menzogna e la menzogna è verità. L'abbiamo tradotto in italiano per una più facile comprensione. Buona lettura.
Laura Boldrini: "E' molto grave cio' che e' avvenuto oggi pomeriggio a Montecitorio per responsabilita' di alcuni deputati del Movimento Cinque Stelle. Chi irresponsabilmente sta alzando i toni dello scontro sappia comunque che la Camera garantira' la dialettica democratica e non si fara' intimidire da questi metodi"
Italiano: "Siamo molto preoccupati dal fatto che il MoVimento 5 Stelle racconta tutte le porcate che facciamo nel segreto delle nostre stanze. Chi sta dicendo la verità agli italiani sappia comunque che la Casta garantirà i privilegi dei parlamentari e non rispetterà la volontà popolare."


+++ MASSIMA DIFFUSIONE +++ POLITICI CON TRE VITALIZI E PENSIONI DA 90MILA EURO AL MESE: CHI PAGA? I PRECARI!


+++ MASSIMA DIFFUSIONE +++ POLITICI CON TRE VITALIZI E PENSIONI DA 90MILA EURO AL MESE: CHI PAGA? I PRECARI!





LA SIGNORA IVANA NON CE L'HA FATTA! SOPRAVVIVEVA CON 280 EURO AL MESE! HA CHIESTO AIUTO MA LE ISTITUZIONI SE NE SONO FREGATE!



LA SIGNORA IVANA NON CE L'HA FATTA!
SOPRAVVIVEVA CON 280 EURO AL MESE! HA CHIESTO AIUTO MA LE ISTITUZIONI SE NE SONO FREGATE! È MORTA CON UNA SOLA COLPA, ESSERE ITALIANA!
Reddito di cittadinanza subito...



100.000 CONDIVISIONI PER QUESTO SERVIZIO DI REPORT CHE TUTTA LA CRICCA HA TENTATO DI NON FAR MANDARE IN ONDA! GUARDATE E DIFFONDETE TUTTI!



100.000 CONDIVISIONI PER QUESTO SERVIZIO DI REPORT CHE LA CRICCA ALFANO HA TENTATO DI NON FAR MANDARE IN ONDA Il fratello di un Ministro assunto senza meriti come dirigente alle poste italiane SENZA CONCORSO E NELL'INCARICO PRECEDENTE UN BANDO CUCITO SU MISURA. SOLO IN ITALIA POSSIAMO ASSISTERE A SCANDALI SIMILI. È UNO SCHIFO TOTALE DA INVOCARE LE DIMISSIONI. CONDIVIDIAMO SUL WEB. #BASTA QUESTO UCCIDE IL MERITO e continua a non far cambiare le cose in questo paese.



+ + + NOTIZIA BOMBA + + + IL GOVERNO PUO' SALTARE. MINISTRO DENUNCIATO! GUARDATE COSA HA FATTO ALLE SPALLE DEI CITTADINI! VERGOGNOSO!

di MoVimento 5 Stelle
L'avevamo detto qualche giorno fa. E abbiamo mantenuto la nostra promessa: questa mattina abbiamo querelato il ministro Angelino Alfano per peculato. L'attuale ministro degli Esteri ha il record assoluto di voli blu presi da agosto a oggi. Siamo a quota 68, un numero enorme. Ancora di più se si pensa che molti voli non erano nemmeno legati a eventi istituzionali.
Così, siamo andati alla Polizia e abbiamo depositato il nostro esposto. Questo è un abuso ignobile su cui la magistratura deve indagare e verificare se sono stati commessi reati come quello di peculato. I voli blu ci costano 50 milioni di euro l'anno, mentre abbiamo il settore dei trasporti pubblici ridotto al collasso da tagli continui.
Sul tema c'è anche una proposta di legge del MoVimento 5 Stelle a firma Paolo Romano. La proposta permette di mettere regole chiare sull'utilizzo dei voli di Stato con paletti più stringenti rispetto agli attuali.


VERGOGNA PD BECCATI NEI SEGGI GUARDATE COSA E' SUCCESSO...



Aleggia un sospetto sui social su alcuni scatti pubblicati questa mattina dal vicepresidente della Camera, Roberto Giachetti. Su Twitter @fdragoni, rilanciato dal prof. Paolo Becchi, ha sollevato alcuni sospetti sulla foto che raffigura una fila di persone in coda per votare alle Primarie Pd. Tutti nel seggio però indossano abbigliamento invernale, non proprio in linea con le temperature miti della giornata un po' in tutta Italia. E poi gli orari non tornano: Giachetti ha pubblicato la foto alle 9.52, peccato però che l'orologio nel seggio segni le 10.45. Sarà un fake? Una foto d'archivio? Chissà.

FONTE: http://www.liberoquotidiano.it/gallery/sfoglio/12371621/primarie-pd-giachetti-foto-fake-seggio-gente.html



sabato 29 aprile 2017

UNA BOMBA DA 400 MILIARDI: BANCHE, OCCHIO AL CONTO CORRENTE! ECCO L’ULTIMA INFAMATA AI DANNI DEI CITTADINI ONESTI

La Commissione Ue ieri è stata pesante con l’ Italia, bocciata su tutta la linea: 1) il debito è al livello più alto di sempre rispetto al Pil e non si scorgono misure per poterlo ridurre 2) «gli sviluppi interni», cioè le beghe nel Pd con riflessi sul governo, hanno rallentato l’ adozione di nuove riforme in Italia 3) C’ è un rischio per le finanze pubbliche legato ai possibili costi sostenuti dal governo per la ricapitalizzazione delle banche italiane, vedi decreto salva-banche.
Venti miliardi della collettività per tenere in vita Mps, Popolare Vicenza, Veneto Banca e gli altri 4 piccoli istituti massacrati dal decreto Renzi-Padoan di novembre 2015. Alla luce di questa pagella non lusinghiera, Bruxelles vuole a tutti i costi che l’ esecutivo trovi 3,2 miliardi, attraverso una manovrina o la vendita di un altro pezzo di Poste, altrimenti si vedrà costretta a darci una multa.
Chiaro che il conto ricadrà sulle nostre teste, già oberate da una pressione fiscale e contributiva da record. Tutto per colpa di una malagestione di alcune banche, che metteranno una pietra sopra le speranze di ridurre il debito. E dire che noi contribuenti non abbiamo avuto nemmeno il piacere di conoscere i nomi di chi ha preso i soldi dagli istituti senza prendersi la briga di restituirli: la lista dei bidonisti la sa solo Padoan, che sostiene di essere in grado di rispettare gli impegni Ue, quando in realtà scopre dalla Bce che i suoi conti per il salvataggio sono sbagliati. Era convinto che 20 miliardi fossero più che sufficienti. In realtà Mario Draghi dà altri numeri: 8,8 per Mps e probabilmente 6 per le due popolari venete. Siamo già a 15 circa. Se aggiungiamo – come ha riferito ieri Alessandro Profumo – i 7 miliardi bruciati da Etruria, BancaMarche, Carife e CariChieti, il tetto dei 20 è abbondantemente sforato.
Si dirà: ma quelli per le 4 banchette fallite sono in gran parte soldi privati. Peggio ci sentiamo. Gli istituti sani hanno iniettato quattrini freschi – miliardi – nella speranza che il pozzo dei crediti marci si potesse chiudere. Purtroppo era senza fine. Tappato un buco se nè aperto un altro. In Veneto. Il governo, dopo gli errori madornali su Etruria & C, ha richiamato le banche sane per dar vita al fondo Atlante. Sbandierato come la soluzione di tutti i mali. Atlante ha raccolto parecchi miliardi, ne ha spesi 2,5 tra Vicenza e Veneto Banca.
Inutilmente. Intorno a Natale ha dovuto tirar fuori un altro miliardo per tamponare le perdite. Invano. Adesso entrerà lo Stato. Come su Mps. E per entrare Atlante dovrà diluirsi fortemente nel capitale. Di fatto il fondo nato per mettere in sicurezza il mondo del credito è agli sgoccioli. E tutti quei miliardi che ha raccolto rischiano di azzerarsi.
Un buco per le banche sane, un salasso per i clienti. Già per intervenire su Etruria parecchi istituti si sono vendicati sui correntisti, aumentando tutte le spese possibili per la gestione del conto. Figuriamoci nei prossimi mesi cosa accadrà.
Risultato finale: italiani beffati due volte. Come contribuenti, perchè il debito pubblico che crescerà per salvare gli istituti spingerà il governo ad aumentare le accise o a tagliare gli sgravi fiscali. Come clienti di banca perchè le spese di gestione conto saliranno ulteriormente. Per Padoan però la manovra è «nell’ interesse nazionale». Se lo dice lui… Da un anno e mezzo l’ esecutivo non ne azzecca una sulle banche.
Scelte che hanno generato sfiducia, proprio a danno degli istituti che si è tentato di salvare. Da Mps alle venete sono spariti 30 miliardi dai conti correnti. Va a finire che pagheremo dei funerali, più che dei salvataggi. Ma l’ importante è tenere segreti i nomi di chi ha fregato tutti: i bidonisti. Grazie sinistra.
Fonte 
LIBERO

++ IL CORAGGIO DI QUESTA DONNA CHE SFANCULA MARIO MONTI DAVANTI UNA PLATEA VA PREMIATO ++ "MEGLIO MANGIARE PANE E CIPOLLA ONESTAMENTE CHE CHAMPAGNE E CAVIALE COME VOI POVERELLI CHE POI VENITE QUI A CHIEDERE UNA X".


"MEGLIO MANGIARE PANE E CIPOLLA ONESTAMENTE CHE CHAMPAGNE E CAVIALE COME VOI POVERELLI CHE POI VENITE QUI A CHIEDERE UNA X".
MASSIMA CONDIVISIONE!

UN EPICO DISCORSO CHE PORTA LE PAROLE DI UN POPOLO INTERO, LE PAROLE DI 20 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO VOTATO NO!! +++ QUESTO DISCORSO DELLA CORAGGIOSA SENATRICE Michela Montevecchi DEL MoVimento 5 Stelle CONTRO IL GOVERNO, ENTRERÀ' NELLA STORIA!!



UN EPICO DISCORSO CHE PORTA LE PAROLE DI UN POPOLO INTERO, LE PAROLE DI 20 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO VOTATO NO!! +++ QUESTO DISCORSO DELLA CORAGGIOSA SENATRICE Michela Montevecchi DEL MoVimento 5 Stelle CONTRO IL GOVERNO, ENTRERÀ' NELLA STORIA!!



NOTIZIA BOMBA ! TRAVAGLIO : "GUARDATE CHI E' INDAGATO PER CORRUZIONE E TURBATIVA D'ASTA IN MAFIA CAPITALE, PERCHE' NESSUNO NE PARLA?" MASSIMA CONDIVIONE !

essendo stati confermati ai loro posti i due accusati e i due accusatori (Lotti, Del Sette e Marroni dal governo, Vannoni dal sindaco Nardella), o abbiamo due delinquenti al ministero dello Sport e al vertice dell’Arma, o due calunniatori ai vertici di Consip e Publiacqua?

3) Secondo voi è normale che chi sa dell’inchiesta sulla Raggi per abuso e falso non sappia che da due anni il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, è indagato per corruzione e turbativa d’asta in Mafia Capitale (con richiesta di archiviazione) e si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti ai giudici del processo Mafia Capitale che tentavano di interrogarlo?

4) Secondo voi è normale che l’ex assessore Paola Muraro sia stata crocifissa con 400 articoli di giornali, associata anche da Renzi a Mafia Capitale per aver lavorato come consulente dell’Ama con vari dirigenti, tra i quali alcuni poi finiti in Mafia Capitale, mentre Giuliano Poletti, che andava a cena con Buzzi, Panzironi, Casamonica e Alemanno, ora tutti imputati per Mafia Capitale, è stato promosso dal Pd a ministro nei governi Renzi e Gentiloni?

5) Secondo voi è normale che l’Anac, cioè l’Autorità nazionale anticorruzione diretta da Raffaele Cantone, abbia denunciato la Raggi alla Procura di Roma per un conflitto d’interessi non suo, ma dei fratelli Marra, e non abbia fatto altrettanto con la Procura di Milano per i conflitti d’interessi di Giuseppe Sala (Pd), che si faceva progettare una villa in Liguria da architetti impegnati con vari incarichi all’Expo e, da sindaco di Milano, ha nominato assessore al Bilancio il suo socio in affari?

6) Secondo voi è normale che, mentre denunciava la Raggi alla Procura, Cantone rilasciasse interviste a tutti i quotidiani per difendere ed elogiare Sala appena indagato a Milano per falso ideologico e materiale sul più grande appalto di Expo, quello della “piastra” su cui sorsero i padiglioni, dicendo che “il dott. Sala è sempre stato corretto, leale e disponibile”, che le accuse sono lievi (“non si applica in modo automatico la legge Severino, nemmeno in caso di condanna, perché tecnicamente non sono reati da Pubblica amministrazione… non stiamo parlando di corruzione”) e “l’iscrizione nel registro degli indagati appare come un atto dovuto e non contiene tecnicamente nessuna valutazione di responsabilità”?

7) Secondo voi è normale che, nella Repubblica fondata sui conflitti d’interessi, l’unico conflitto d’interessi che produce un’inchiesta penale sia quello dei Marra accollato alla Raggi, e nella stessa Procura che ha appena chiesto di archiviare l’indagine Tempa Rossa sull’emendamento pro-petrolieri sollecitato dal lobbista Gianluca Gemelli alla sua compagna, la ministra Federica Guidi, e puntualmente infilato nella legge di Stabilità dal governo Renzi?

Secondo voi è normale che, come la Raggi risponde del conflitto d’interessi dei Marra, Renzi non risponda del suo con Marco Carrai che, da sindaco di Firenze, lo ospitava gratis in uno dei suoi appartamenti e fu poi nominato dalla giunta Renzi al vertice di Firenze Parcheggi e Aeroporti Firenze, dopidiché il governo Renzi tentò di promuoverlo a capo della Cyber-security di Palazzo Chigi (tentativo fallito solo per il diniego di Mattarella)?

9) Secondo voi è normale che politici e giornaloni imputino alla Raggi di aver sbagliato a fidarsi di Marra, dirigente incensurato e mai indagato, in seguito arrestato per fatti di quattro anni fa, e non contestino a Sala una ben più grave culpa in eligendo, visto che tutti i suoi principali collaboratori a Expo sono finiti in carcere o sotto inchiesta e che nella sede di Expo circolavano liberamente celebri pregiudicati di Tangentopoli stranoti alle cronache come Greganti e Frigerio, truccando gare d’appalto senza che l’acuto Ad, commissario e sindaco li riconoscesse?

10) Secondo voi è normale che tutti quelli che nel 2012 plaudivano a Mario Monti perché aveva ritirato la candidatura di Roma alle Olimpiadi


+ + + CONDIVIDIAMO TUTTI + + + DEPUTATO ARRESTATO E ACCERCHIATO DAL POPOLO ITALIANO!



+ + + CONDIVIDIAMO TUTTI + + + DEPUTATO ARRESTATO E ACCERCHIATO DAL POPOLO ITALIANO!
GUARDATE COSA È SUCCESSO E DIFFONDETE OVUNQUE!!


venerdì 28 aprile 2017

GRILLO SI INFURIA CONTRO I MEDIA MODIFICANO FRASI! GUARDATE COSA E' SUCCESSO!

Nuovo attacco di Beppe Grillo alla stampa. "In sala stasera ci sono i giornalisti, guardate sono qui prendono appunti". Lo ha detto Beppe Grillo indicando un gruppo di cronisti in platea mentre si sono accese le luci al suo spettacolo al Teatro Goldoni di Livorno. Poi ha aggiunto: "Estrapolano pezzi di frasi e poi fanno i titoli sui giornali. Poi dicono che sono io pericoloso per l'informazione. Guardateli in faccia e ricordatevi di loro", ha detto Grillo. 
Nei giorni scorsi il leader del Movimento cinque stelle aveva attaccato Reporters sans frontieres per il report sulla libertà di stampa.

FONTE: http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2017/04/27/grillo-media-manipolano-frasi-ricordatevelo_0832b190-94d5-4467-b856-230f4328a55f.html




"Cosa taglierete come prima cosa se andrete al Governo?" Di Battista risponde e il pubblico va in delirio.



Lotti ha appena detto: “colpiscono me per colpire le riforme renziane”.
Vorrei ricordare a questo ennesimo arrogantello del “crisantemo magico” che le riforme renziane sono morte da sole:
1. La riforma della pubblica amministrazione è stata bocciata dalla Corte Costituzionale
2. Il decreto sulle banche popolari è stato bocciato dal Consiglio di Stato
3. La riforma costituzionale è stata bocciata dal Popolo italiano
4. L'Italicum (“la migliore legge elettorale del mondo” a detta dei renziani) è stata bocciata sempre dalla Corte Costituzionale
5. La legge finanziaria è stata in parte bocciata dall'Unione europea (che oggi ci chiede indietro qualche miliardino che Renzi si è giocato come bonus per provare a vincere il referendum)
Per concludere il sistema dei voucher (per paura del referendum e di un'ennesima sconfitta) verrà cancellato presto da un decreto del Governo.
Il Ministro Lotti al posto di dire scemenze spieghi alla pubblica opinione perché non ha ancora querelato per calunnia Marroni e Vannoni i due renziani che lo accusano di aver sabotato l'inchiesta Consip. Questo è il punto politico e chi non lo vede è in malafede!




CROZZA SUPERLATIVO FA CAPIRE COME IL GOVERNO GENTILONI SIA IN REALTA' UN RENZI BIS MASCHERATO E GENTILONI IL SUO FANTOCCIO!! MASSIMA DIFFUSIONE!!



CROZZA SUPERLATIVO
FA CAPIRE COME IL GOVERNO GENTILONI SIA IN REALTA' UN RENZI BIS MASCHERATO E GENTILONI IL SUO FANTOCCIO!!
MASSIMA DIFFUSIONE!!
Fantastico Maurizio Crozza a DiMartedì: imita Gentiloni e fa a pezzi il suo governo: "Fatto con il copia-incolla". Diffondiamo!


Notizia incredibile, la Raggi spiazza tutti. Si scaglia contro il Governo, è infuriata. Ecco cosa sta succedendo

Oggi Roma Capitale ha presentato ricorso contro la decisione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo di ridimensionare la Soprintendenza speciale di Roma per istituire il Parco Archeologico del Colosseo. È un atto molto importante perché, da sindaca di Roma, non posso accettare che dall’alto vengano calate scelte che compromettano la gestione della città e la vita dei suoi cittadini.
Per la cronaca, si tratta del nono intervento in dieci anni che inevitabilmente creerà ulteriore confusione sulla gestione del patrimonio archeologico. Il nuovo ente dovrebbe avere competenza sui Fori e sul Colosseo, creando di fatto un’area archeologica di serie A e altre aree minori che, a questo punto, andrebbero intese come minori.
Non posso sorvolare sul fatto che lo Stato centrale voglia gestire, in totale autonomia senza consultare nessuno, il territorio della città che, invece, è patrimonio dei suoi cittadini. Roma è patrimonio del mondo; di chi vi abita; di chi ogni giorno viene qui per lavoro o studio; di chi viene per ammirare le sue bellezze.
E la gestione di questa complessità deve essere univoca. Non può essere frammentata tra enti e ostacolata dalla burocrazia.
Non posso accettare l’idea che ci siano aree di serie A e aree di serie B nella mia città, nella nostra città.
È sbagliata la creazione di periferie e centro. Secondo il disegno del ministero, infatti, gli oltre 40 milioni annui di ricavi che frutta le gestione di Colosseo e Fori entreranno nelle casse del nuovo ente ministeriale, il Parco Archeologico. Mentre prima erano affidati per l’80% alla gestione della Soprintendenza speciale che in futuro dovrebbe ricevere solo il 30%.
In silenzio sta prendendo forza in Italia l’idea di centralizzare a livello statale tutte le decisioni, anche quelle locali. Non va bene. Non va bene per nulla. Le istituzioni devono restare al fianco dei cittadini.
Il modello di sviluppo che ho in mente per Roma è inclusivo e partecipato, così come avviene nelle principali capitali mondiali. Dobbiamo dire basta alle vecchie logiche del passato. Guardiamo al futuro.
Ho a cuore la nostra città e per questo ho deciso, insieme a tutta la giunta, di presentare questo ricorso proprio il giorno del Natale di Roma. La Capitale d’Italia è un patrimonio di tutto il mondo e va preservato.




+ + + CLAMOROSO + + + Il Paese affonda nelle emergenze!Smascheriamo l'ennesimo nominato premier, fotocopia della funesta esperienza renziana.



L'ho detto alle telecamere di Canale 5. Ecco qual è il vero obiettivo dell'incarico al conte Gentiloni: il partito unico della casta non vuole votare prima del 15 settembre 2017, quando scatterà l'assegno pensionistico. Gli onorevoli parlamentari ne sono ben consapevoli, per questo faranno di tutto per impedire che si torni alle urne e magari intanto approvare una legge contro il M5S. 
Ecco perché sta per nascere questo Esecutivo di scopo: lo scopo sarà quello di arrivare alla pensione d'oro. È il Governo del vitalizio. Smascheriamo l'ennesimo nominato premier, fotocopia della funesta esperienza renziana, che serve solo a garantire privilegi e poltrone mentre il Paese affonda nelle emergenze. #PdMaiPiù!
CONDIVIDI!


10MILA EURO AL MESE IN NERO, PIU’ VIAGGI E CASA ARREDATA: ARRESTATA SINDACA. ECCO COME FACEVA A FARE BUSINESS SULLA PELLE E LA SALUTE DEI CITTADINI

Maddaloni, arrestato il sindaco Rosa De Lucia. Intascava tangenti per il servizio rifiuti. Soldi anche per viaggi e arredare casa
Il sindaco Rosa De Lucia aveva un bancomat personale, fatto di carne e ossa. Nessuna tessera da inserire ma tanti soldi da ritirare: almeno 10mila euro al mese, più denaro per viaggi come quello ad Antibes e perfino contante per arredare casa. I soldi le venivano forniti dall’imprenditore Alberto di Nardi, l’uomo a cui la prima cittadina di Forza Italia garantiva il servizio di raccolta dei rifiuti.
Emerge anche questo dall’inchiesta della procura di Santa Maria Capia Vetere sul Comune di Maddaloni, in provincia di Caserta, dove sono state emesse cinque ordinanze di custodia cautelare (due in carcere e tre ai domiciliari). L’accusa è quella di tangenti intascate per affidare, ciclicamente, il servizio di raccolta rifiuti sempre alla stessa ditta.
Nel Comune alle porte di Caserta i carabinieri hanno arrestato anche l’assessore Cecilia D’Anna, il consigliere comunale Giuseppina Pascarella e appunto l’imprenditore. Sono tutti ritenuti responsabili a vario titolo di corruzione, tentata induzione indebita a dare e promettere qualcosa e peculato in concorso.
Al centro dell’inchiesta la figura della 36 enne Rosa De Lucia. Per la procura avveniva “una corruzione sistemica – ha spiegato il procuratore aggiunto Carlo Fucci – che ricorda la tangentopoli casertana del 1992. Di Nardi – scrive il Gip Sergio Enea – era un bancomat per la De Lucia”. Grazie ai soldi di Di Nardi il sindaco si era permesso un viaggio ad Antibes con l’amica assessore Cecilia D’Anna (anche lei arrestata), aveva arredato completamente casa e fatto tante altre spese.
Dopo la denuncia di una ditta concorrente sono però iniziati i pedinamenti e Di Nardi è stato fermato a un finto posto di blocco con in tasca 5000 euro. “Sono per le bollette” avrebbe detto, soldi che invece erano destinati al sindaco. In altre occasioni Di Nardi avrebbe anche sponsorizzato progetti della giunta e pagato circa 500 euro per iniziative contro il femminicidio.
L’azienda dell’imprenditore risulta, con 300 dipendenti sparsi in vari comuni, come una fra le maggiori del casertano. La Dhi (Di Nardi Holding) si occupa di servizi ecologici e gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani a Maddaloni, e nei comuni di Santa Maria Capua Vetere, San Nicola la Strada, Bellona, Pontelatone, Roccaromana, Teverola, Cesa e Vitulazio. Nata solo 5 anni fa, in pochi anni ha fatto incetta di appalti riuscendo ad ottenere continue proroghe e rinnovi contrattuali. La stessa De Lucia aveva ricevuto richiami formale dalla prefettura di Caserta che la invitava a lanciare una gara d’appalto per affidare il servizio di raccolta dei rifiuti ma questo non avveniva. Di Nardi infatti secondo la procura “pagava” per poter mantenere il servizio. Arrestato, ora all’imprenditore i carabinieri hanno sequestrato preventivamente un milione di euro.

giovedì 27 aprile 2017

CLAMOROSO ! È SUCCESSO IN STUDIO! MARIO GIORDANO CHIEDE SEMPLICEMENTE A LAMBERTO DINI QUANTE PENSIONI D’ORO SI INTASCA E SCOPPIA LA LITE! VIDEO ASSOLUTAMENTE DA GUARDARE E DIFFONDERE!




CLAMOROSO ! È SUCCESSO IN STUDIO! MARIO GIORDANO CHIEDE SEMPLICEMENTE A LAMBERTO DINI QUANTE PENSIONI D’ORO SI INTASCA E SCOPPIA LA LITE! VIDEO ASSOLUTAMENTE DA GUARDARE E DIFFONDERE!




NON FAREMO ALLEANZE CON NESSUNO! QUESTO E' IL PUNTO FISSO DEL M5S


100.000 CONDIVISIONI! NON FAREMO ALLEANZE CON NESSUNO! QUESTO E' IL PUNTO FISSO DEL M5S.



DIFFONDETELO TUTTI. TRAVAGLIO HA SVELATO TUTTO IN DIRETTA!



Ecco come Travaglio ha spiattellato in diretta e davanti a milioni di spettatori, lo scandalo sull'appalto piu' grande d'Europa. Ascoltate attentamente e diffondetelo tutti. I giornali cercano di insabbiare notizie clamorose, Travaglio invece le dice in diretta. Diffondetelo tutti. Massima condivisione!

Enrico Giovannini, la gaffe: "Volevamo portare gli italiani alla soglia di povertà"

Signore e signori, ecco Enrico Giovannini, ex ministro del Lavoro nel governo di Mario Monti. Ospite a SkyTg24, commenta le misure adottate dall'esecutivo Gentiloni sul reddito di inclusione, e spiega: "C'è una grossa differenza tra ciò che avevamo immaginato e quello che si dice sarà il reddito di inclusione, ovvero che nel nostro schema la famiglia e le persone venivano portate alla soglia di povertà". Una gaffe, insomma. O forse un lapsus. Di sicuro, l'ex ministro ha affermato chiaro e tondo che Monti aveva un obiettivo: affamare le persone portandole alla soglia di povertà.

FONTE: LIBERO QUOTIDIANO


Roma, un complotto per incastrare la Raggi? Ecco la sconvolgente scoperta della Procura

Spunta una terza polizza intestata a Virginia Raggi, del valore di 8mila euro, accesa il 26 gennaio dopo la convocazione della sindaca di Roma dai magistrati nell’indagine sulla nomina di Renato Marra a capo del dipartimento Turismo del Campidoglio. A dare notizia degli sviluppi dell’inchiesta sono Repubblica e il Corriere della Sera che riferiscono anche che una cassetta di sicurezza intestata a Salvatore Romeo fu svuotata il 19 dicembre 2016, poco dopo l’arresto di Marra con l’accusa di corruzione.
Sulla terza polizza, che appare difficile da spiegare, il Corriere della Sera parla del “sospetto di manovre per incastrare” la sindaca. Come ricorda Fiorenza Sarzanini sul quotidiano, Romeo “nel gennaio 2016, sei mesi prima che Raggi fosse eletta, aveva stipulato altre due polizze: una da 30mila euro, una da 3mila, entrambe intestate a lei. Quando la sindaca si presenta davanti ai pm, la polizia ha rintracciato soltanto le prime due. Le vengono mostrate e lei giura di non saperne
nulla, dice di essere “sconvolta”. Si scopre poi che “Romeo ha aperto una nuova polizza poco dopo la notizia dell’inchiesta su Raggi. Quanto basta per ipotizzare che sia una manovra per metterla in difficoltà, anche perché “era stato proprio lui dopo la scoperta dei primi due contratti” a chiedere “pubblicamente scusa”.
Dubbi sollevati anche da Repubblica, che sottolinea un “tempismo apparentemente irragionevole, al limite dell’autolesionismo”. Le domande dei pm a Romeo l’8 febbraio scorso erano incentrate proprio su questo, per capire perché “era stata accesa quella terza polizza in un momento in cui l’indagine della Procura aveva acceso un faro sulle precedenti due e la Raggi si preparava per giunta ad affrontare il suo interrogatorio? Per metterla in difficoltà? Per alzare una cortina di fumo?”. Altro particolare su cui il quotidiano si focalizza è la cassetta di sicurezza, “aperta e svuotata del suo contenuto la mattina del 19 dicembre 2016, un lunedì, primo giorno utile di apertura della banca dopo una data che in questa storia conta. Il 16 dicembre, un venerdì, quando Raffaele Marra, che di Romeo è il fratello siamese in questa storia, viene arrestato per corruzione per la compravendita di favore di un appartamento del costruttore Scarpellini“.
FONTE: http://livinglanzarote.es/roma-un-complotto-per-incastrare-la-raggi-ecco-la-sconvolgente-scoperta-della-procura/

mercoledì 26 aprile 2017

Scontro Renzi-Napolitano, l'attacco di Re Giorgio: "Macron è europeista e vince le elezioni"! DIFFONDIAMO TUTTI !

La festa di Matteo Renzi per la vittoria al primo turno delle presidenziali francesi di Emmanuel Macron è durata poco, rovinata in poche ore dall'ultima bacchettata di Giorgio Napolitano. In un'intervista al Quotidiano Nazionale, Renzi ieri aveva esaltato il trionfo del banchiere francese, con il quale condividerebbe la posizione critica sull'Europa e le sue rigidità economica.
Re Giorgio però non ha perso tempo per richiamare l'ex segretario Pd all'ordine, come ricorda il Giornale, approfittando dell'assist arrivato dalla Corte dei conti europea. I giudici hanno bocciato senza appello la gestione economica dei migranti in Italia nell'era renziana, smascherando le inadempienze del vecchio inquilino di Palazzo Chigi che da mesi non perde occasione per abbaiare contro Bruxelles.
Secondo Renzi la lezione di Macron sarebbe stata chiara, ma ci ha pensato Napolitano a chiarirla fino in fondo a Repubblica: "Macron ha riportato questo primo grande successo grazie a un'impostazione univocamente ed esplicitamente europeista. Quindi - ha aggiunto - questa base di chiarezza di coraggiosa prospettiva europeista non condanna a perdere elettoralmente, ma anzi può far vincere...". 
FONTE: http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/12367266/napolitano-renzi-macron-europa-immigrati-corte-dei-conti.html



+ + + È SUCCESSO POCO FÀ + + + DI Maio: no governi Avatar, subito al voto GUARDA E CONDIVIDI!



+ + + È SUCCESSO POCO FÀ + + + 
DI Maio: no governi Avatar, subito al voto
GUARDA E CONDIVIDI! cerca su facebook NOI SIAMO 5 stelle



+ + + DIFFONDETELO + + +...."Chi vi dà il diritto di dettar legge al popolo italiano?". Uno straordinario Nigel Farage difende l'Italia dallo strapotere europeo sulle sovranità nazionali.


+ + + DIFFONDETELO + + +...."Chi vi dà il diritto di dettar legge al popolo italiano?". Uno straordinario Nigel Farage difende l'Italia dallo strapotere europeo sulle sovranità nazionali. DIFFONDETE il video!
DOBBIAMO RIPRENDERCI LA NOSTRA SOVRANITA' PERDUTA E lasciata A QUEST'EUROPA DI FINANZA E NON DI POPOLI!!!
ASCOLTATE LE PAROLE DEL LEADER DELL'UKIP Nigel Farage, ALLEATO IN EUROPA COL MoVimento 5 Stelle E FATELE VOSTRE!




GUARDATE COME QUESTO INDEGNO DI ALFANO, DALL'ALTO DEL SUO 1% A LIVELLO NAZIONALE, SUPPLICA MATTARELLA PUR DI NON ANDARE AL VOTO


GUARDATE COME QUESTO INDEGNO DI ALFANO, DALL'ALTO DEL SUO 1% A LIVELLO NAZIONALE, SUPPLICA MATTARELLA PUR DI NON ANDARE AL VOTO 
QUESTA POLITICA POLITICANTE DEVE ANDARE A CASA!!
SE SIETE D'ACCORDO DIFFONDETE TUTTI!


"FATTI LI CAZZI TUOI E PIGLIATI IL VITALIZIO AMICO MIO" Queste parole, che hanno reso famoso Razzi, oggi tornano di grande attualità.


FATTI LI CAZZI TUOI E PIGLIATI IL VITALIZIO AMICO MIO"
Queste parole, che hanno reso famoso Razzi, oggi tornano di grande attualità. 
Ci sono ben 608 parlamentari (la maggioranza quindi) che prenderanno il vitalizio se non andiamo a votare prima di settembre.
Questa volta facciamo in modo che non succeda di nuovo..
DIFFONDIAMO TUTTI QUESTA VERGOGNA!



martedì 25 aprile 2017

LA "NUOVA TASSA" IN ARRIVO DI CUI NESSUN GIORNALE PARLA. GUARDATE CHE INFAMATA

Un documento di lavoro della Commissione europea – la relazione è datata 22 febbraio 2017, ma è stata riportata dalla stampa solo qualche giorno dopo, il 7 marzo – ha ipotizzato l'aumento dell'aliquota IVA (ovvero l'imposta sul valore aggiunto) ordinaria e di quella ridotta, ad oggi (rispettivamente) al 22 e al 10%.

Secondo le simulazioni della Commissione europea, un eventuale incremento dell'IVA dall'attuale 10 al 13% avrebbe effetti “progressivi” e genererebbe un aumento del reddito disponibile fino al 3% per le fasce più basse, a patto che le risorse vengano destinate ad un credito d'imposta per il lavoro dipendente.

Il documento di lavoro conclude che “uno spostamento ottimale del carico fiscale verso i consumi potrebbe ridurre ulteriormente l'onere fiscale sul lavoro e favorire la lotta contro la povertà e la disuguaglianza”. Un'analisi del Centro studi di Unimpresa – lo studio si basa sui dati del ministero dell'Economia e della Corte dei conti –, diffuso nei mesi scorsi, ha quantificato l'impatto di un eventuale aumento dell'IVA dall'attuale 22 al 24%.

L'incremento garantirà un maggior gettito fiscale pari a 15,1 miliardi di euro. L'impatto sulle famiglie sarà di 414 euro. L'analisi sostiene che l'aumento avrà un effetto sui prezzi: l'indice dei prezzi al consumo dovrebbe salire dell'1,40% nel 2017. Nei giorni scorsi l'OCSE – ovvero l'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo economico – ha osservato che il gettito IVA italiano “è inferiore a quanto dovrebbe essere”.

Nel documento sul DEF 2016, la Corte dei Conti ha sottolineato che attualmente l'Italia si colloca tra gli ultimi Paesi europei per incidenza dell'IVA sul Prodotto interno lordo (PIL), con un valore che non raggiunge il 6% e che è di circa 0,8% punti percentuali inferiore al valore della media dell'Unione europea.

In particolare, ha osservato la Corte dei Conti, il nostro Paese si colloca all'undicesimo posto per livello di quella ordinaria (anche se al primo tra i nostri principali partner europei), mentre solo altri quattro Paesi – l'elenco include: Francia, Lussemburgo, Malta e Regno Unito – hanno aliquote cosiddette “super-ridotte”, inferiori cioè al 5%.

fonte: http://www.tgcom24.mediaset.it/economia/fisco-l-impatto-di-un-eventuale-aumento-dell-iva-dal-22-al-24-_3060750-201702a.shtml


+ + + VERGOGNA ASSOLUTA + + + Brunetta Prende in giro un precario, mentre lui (che ha votato la Legge Fornero) è andato in pensione a 59 anni + ha lo stipendio da Deputato della Repubblica.



+++ DIFFONDI QUESTO PARASSITA +++
VISCIDO!!! 
Brunetta show: "Ah, lei è precario del Fatto Quotidiano, che tristezza"
Prende in giro un precario, mentre lui (che ha votato la Legge Fornero) è andato in pensione a 59 anni + ha lo stipendio da Deputato della Repubblica. Vi rendete conto con che razza di gente abbiamo a che fare?
SEGUITECI SU NOI SIAMO 5 stelle.



Luigi Di Maio e Marco Travaglio. Diffusa poco fa questa clamorosa notizia:..



Brutte notizie per l’Italia sul fronte della libertà di stampa. Nell’annuale classifica di Reporters sans Frontieres il nostro Paese perde quattro posizioni, scendendo dal 73° posto del 2015 al 77° (su un totale di 180 Paesi) del 2016. L’Italia è il fanalino di coda dell’Ue (che è comunque l’area in cui c’è maggiore tutela dei giornalisti), seguita soltanto da Cipro, Grecia e Bulgaria.

Classifica: ecco le prime 10 posizioni (Fonte: rsf.org)


GIORNALISTI NEL MIRINO
Fra i motivi che - secondo l’organizzazione con base in Francia - pesano sul peggioramento, il fatto che «fra i 30 e i 50 giornalisti» sarebbero sotto protezione della polizia per minacce di morte o intimidazioni. Nel rapporto vengono citati anche «procedimenti giudiziari» per i giornalisti che hanno scritto sullo scandalo Vatileaks. I giornalisti in maggiore difficoltà in Italia, dunque, sono quelli che fanno inchieste su corruzione e crimine organizzato

DIETRO BENIN E BURKINA FASO
Per farsi un’idea dell’allarmante situazione italiana basta dare un’occhiata alla classifica: ci precedono Paesi come Tonga, Burkina Faso e Botswana.



GRANDE VIRGINIA QUESTA NOTIZIA NON SE L'ASPETTAVA NESSUNO! ECCO COSA E' SUCCESSO! INFURIATA!

Oggi Roma Capitale ha presentato ricorso contro la decisione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo di ridimensionare la Soprintendenza speciale di Roma per istituire il Parco Archeologico del Colosseo. È un atto molto importante perché, da sindaca di Roma, non posso accettare che dall’alto vengano calate scelte che compromettano la gestione della città e la vita dei suoi cittadini.
Per la cronaca, si tratta del nono intervento in dieci anni che inevitabilmente creerà ulteriore confusione sulla gestione del patrimonio archeologico. Il nuovo ente dovrebbe avere competenza sui Fori e sul Colosseo, creando di fatto un’area archeologica di serie A e altre aree minori che, a questo punto, andrebbero intese come minori.
Non posso sorvolare sul fatto che lo Stato centrale voglia gestire, in totale autonomia senza consultare nessuno, il territorio della città che, invece, è patrimonio dei suoi cittadini. Roma è patrimonio del mondo; di chi vi abita; di chi ogni giorno viene qui per lavoro o studio; di chi viene per ammirare le sue bellezze.
E la gestione di questa complessità deve essere univoca. Non può essere frammentata tra enti e ostacolata dalla burocrazia.
Non posso accettare l’idea che ci siano aree di serie A e aree di serie B nella mia città, nella nostra città.
È sbagliata la creazione di periferie e centro. Secondo il disegno del ministero, infatti, gli oltre 40 milioni annui di ricavi che frutta le gestione di Colosseo e Fori entreranno nelle casse del nuovo ente ministeriale, il Parco Archeologico. Mentre prima erano affidati per l’80% alla gestione della Soprintendenza speciale che in futuro dovrebbe ricevere solo il 30%.
In silenzio sta prendendo forza in Italia l’idea di centralizzare a livello statale tutte le decisioni, anche quelle locali. Non va bene. Non va bene per nulla. Le istituzioni devono restare al fianco dei cittadini.
Il modello di sviluppo che ho in mente per Roma è inclusivo e partecipato, così come avviene nelle principali capitali mondiali. Dobbiamo dire basta alle vecchie logiche del passato. Guardiamo al futuro.
Ho a cuore la nostra città e per questo ho deciso, insieme a tutta la giunta, di presentare questo ricorso proprio il giorno del Natale di Roma. La Capitale d’Italia è un patrimonio di tutto il mondo e va preservato.


VERGOGNOSO Matteo Renzi versione casalingo disperato: come si è ridotto l'ex premier! Guardate...

Matteo Renzi, ex presidente del consiglio, lontano dalle beghe di palazzo si gode gli affetti più autentici e i momenti di vita casalinga. Per esempio, una semplice ciambella diventa per lui motivo di gioia e di un post sui social.
L'ex segretario Pd, che probabilmente tornerà alla guida del Pd, pubblica una foto di una torta e scrive: "Tornano i due fratelli a casa dopo l'uscita scout del San Giorgio. Sorella (e mamma) preparano due torte per recuperare dopo tre giorni di duro scoutismo #cosìsifa". Unico appunto: la linea. Matteo Renzi è apparso un po' appesantito negli ultimi tempi, forse tanti zuccheri non fanno al caso suo.
FONTE: http://www.liberoquotidiano.it/gallery/politica/12366926/matteo-renzi-torta-mamma-sorella-casa-foto-instagram-.html




lunedì 24 aprile 2017

++ MASSIMA DIFFUSIONE PER FAVORE!!! Luigi Di Maio VI SPIEGA COME ABOLIRE I VITALIZI E LE PENSIONI D'ORO IN 5 MINUTI!!



DIFFUSIONE PER FAVORE!!!
Luigi Di Maio VI SPIEGA COME ABOLIRE I VITALIZI E LE PENSIONI D'ORO IN 5 MINUTI!! Questo nuovo governo di fantocci, schiavo "dei diritti acquisiti" e dei PRIVILEGI MAI LO FARA'!
QUESTO E' UNO DEI PUNTI PRINCIPALI DI GIUSTIZIA SOCIALE DEL MoVimento 5 Stelle.
Solo eliminando le pensioni d'oro, è possibile dare 500 euro in più ad ogni pensionato in Italia, figuriamoci il resto. PER ABOLIRE I VITALIZI BASTANO 5 MINUTI! Dicono che sono diritti acquisiti, ma quando hanno modificato le pensioni con la legge Fornero, quelli non erano diritti acquisiti? Solo un Governo 5 Stelle può combattere la povertà ad iniziare dal reddito di cittadinanza! Al #VotoSubito!


MAGNIFICO! Marco Travaglio ha spiazzato tutti. Ecco cos'ha scritto su Grillo e il Movimento 5 Stelle. Vedere per credere

Ecco cosa scriveva Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano: 

Beccati. Finalmente li hanno presi con le mani nel sacco. Ecco cosa nascondono i 5Stelle, ecco perché Grillo e Casaleggio han fondato il MoVimento, ecco perché i grillini fanno politica: per fare soldi. La scoperta la dobbiamo ai segugi di Repubblica, che in due giorni han piazzato altrettanti scoop mica da ridere. I titoli parlano da sé: "Una pioggia di euro dagli spot sul blog, ecco la miniera d'oro di Beppe e Casaleggio", "Le ombre nel bilancio dei grillini al Senato". Hai capito quei ladroni? Zitti zitti, mentre tuonano contro i finanziamenti pubblici ai partiti, accumulano un tesoro nella grotta di Alì Babà. Come fanno? Semplice. Il nababbo Gianroberto Casaleggio, la cui società che edita il blog di Grillo (il 77° d'Italia) è sempre andata in perdita e nel 2012 racimolò un utile di 69.500 euro, incassa soldi a palate dalle pubblicità, pagate dagli inserzionisti un tot ogni mille clic.

Quanto? Secondo il Sole 24 Ore 5 euro. Secondo il titolo di Repubblica 0,92 euro; secondo l'articolo di Repubblica 0,64 euro. Per un totale annuo di 5-10 milioni secondo il Sole, di 570 mila euro secondo Repubblica . Se ne saprà di più il mese prossimo, quando sarà pubblicato il bilancio 2014 sul 2013 ("sarà molto migliore del 2013", ha anticipato il guru). È vero che non conterrà il dato scomposto del blog di Grillo; ma, essendo questo la principale attività della società, si capirà se l'ordine di grandezza è quello indicato dal quotidiano della Confindustria o da Repubblica. Nel primo caso, sarebbero un bel po' di soldi (peraltro legittimi, per giunta privati). Nel secondo, saremmo poco sopra l'accattonaggio. In ogni caso, la domanda sorge spontanea: siccome è assolutamente pacifico e dichiarato che il blog di Grillo, come peraltro tutti i siti web di questo mondo, si finanzia con gli spot, dove sarebbe il "mistero" dei finanziatori? Basta aprirlo e vedere chi sono gli inserzionisti. Non c'è nulla di meno misterioso di un'inserzione pubblicitaria. Si dirà: ma il blog di Grillo è l'organo ufficiale di un movimento politico. Verissimo. Esattamente come l'Unità ed Europa per il Pd, la Padania per la Lega, e così via (Forza Italia non ne ha bisogno). Ma con due lievi differenze. 1) I giornali di partito incassano fior di milioni dallo Stato, cioè da tutti i cittadini, compresi quelli che non si sognerebbero mai di votare per quei partiti, e senza quella "pioggia di euro", quella "miniera d'oro", fallirebbero all'istante; in più, sulla carta e sul web, fanno pubblicità e incassano altri soldi da inserzionisti privati. Secondo: nessuno mena scandalo per tutto ciò, nessuno pubblica "inchieste" sulla "pioggia di euro" e la "miniera d'oro" degli house organ dei partiti.

Ma attenzione: ora, sempre grazie a Repubblica , conosciamo pure "le ombre nel bilancio dei grillini al Senato". Quali? Tenetevi forte: "affitti da 2 mila euro al mese ai dipendenti della comunicazione" (il prezzo medio di un trilocale al centro di Roma), "pranzo da 6,71 euro consumato il 6 giugno dal senatore Lucidi" nel ristorante di Palazzo Madama" e soprattutto, scandalo degli scandali, "buffet in onore di Beppe Grillo che l'11 luglio 2013 tenne una conferenza stampa al Senato", roba da "114 euro" per 55 persone (il capo e 54 senatori), cioè 2 euro a testa, mica bruscolini. Ed ecco la prova che c'era qualcosa da nascondere: nel rendiconto "per uso interno", il sardanapalesco banchetto fu registrato come "acquisto di panini e bibite per accoglienza Grillo", mentre in quello pubblico c'è scritto "spese di rappresentanza". Capita la furbata?

Dopodiché, astuti come volpi, i 5Stelle potevano papparsi 42 milioni di rimborsi elettorali, invece li hanno lasciati allo Stato; ogni tre mesi potrebbero intascarsi 2,5 milioni non spesi fra diarie e indennità, invece li versano in un fondo per le piccole imprese; potevano pure spartirsi i 420 mila euro avanzati dai contributi raccolti nella campagna elettorale 2013, invece li hanno devoluti ai terremotati dell'Emilia. Ma il movente è chiaro: farsi una gazzosa da 2 euro con Grillo alla facciazza degli italiani. Sporcaccioni.